Crea sito

Torrente Trobiolo (Ossimo inferiore) - Fallocefali Canyoning (malati per la forra)

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Torrente Trobiolo (Ossimo inferiore)

Recensione canyon > Brescia

Torrente Trobiolo (Ossimo inferiore)

Accesso a valle:
risalire la Valle Camonica in direzione Breno, prendere l'uscita Ossimo Esine Piancogno e seguire per Cogno. Arrivati al cartello che indica Cogno proseguire per circa 200 metri fino a raggiungere delle indicazioni per un parcheggio davanti a una chiesa. Li parcheggiate e avrete il torrente praticamente dietro alle spalle.
             
                             
Accesso a Monte:
Ritornate verso la tangenziale e seguite le indicazioni per Borno, Ossimo fino ad arrivare ad Ossimo Inferiore; da li seguite le indicazione per il Santuario dell’Annunciata e proseguite fino alla località Bertelle, in prossimità del ristorante Miravalle, chiedendo permesso al gestore dello stesso, tra l’altro molto disponibile, parcheggiate l’auto.

Avvicinamento:
poco prima del ristorante c’è una strada che scende fino ad arrivare ad un un piccolo casolare, proseguite lungo la strada fino ad imboccare il sentiero che scende indicando Cogno e che arriva al greto del torrente.

Percorrenza:
si comincia camminando nel greto per poco tempo e subito il torrente si inforra in profondissime gole spettacolarmente corrose dall’acqua.

                                                       

Si comincia subito con una serie di piccoli tuffi e calate quasi obbligate per l’acqua bassa nelle pozze di ricezione  nonostante la portata consistente.
Ambiente spettacolare con bei giochi d’acqua anche se gli scarichi dei paesi soprastanti le rendono quantomeno non potabili (come minimo)

  


Troviamo anche dei bei toboga brevi ma che spingono molto data la verticalità e la portata.

   


Varie calate dai 10 ai 20 metri ci accompagneranno per vari tratti del percorso, bisogna fare molta attenzione ad armarle perché sono posizionate in posti strategici per evitare che le piene portino via gli armi rendendoli difficili da raggiungere.

 

Il torrente, tranne che per un piccolo scorcio di sole, resta sempre molto profondo e inforrato creando ambienti spettacolari.

                                                          

Bisogna prestare attenzione alle vasche di ricezione con una portata come quella  trovata in foto, a causa delle correnti che trascinano verso il bordo delle vasche, esperienza non simpatica!!
Il torrente , nonostante l' ambiente spettacolare, non è molto frequentato a causa delle acque maleodoranti e i materiali che si trovano sul fondo (copertoni a bombole,lamiere ecc…)...

Dopo una calata da circa 20 metri si può uscire dal torrente percorrendo una vecchia passerella semi disrutta che si porta a una strada sterrata che scende al paese.
Attenzione: presa d’acqua a monte, normalmente viene rilasciata acqua solamente a causa di guasto (il che non è prevedibile) mentre nel mese di agosto si consiglia di chiamare la società che gestisce l’impianto, perchè sono soliti fare manutenzione in quel periodo aprendo la diga. il numero da contattare è 0364 45007

Difficoltà:3
Bellezza:4
Impegno:4
Ancoraggi:buoni
Periodo consigliato:Giugno-settembre
Calata max:22mt

Torna ai contenuti | Torna al menu